Costituzione e scopi

La Costituzione del Sovrano Stato Antartico di San Giorgio

Scopi

Il Sovrano Stato Antartico di San Giorgio è neutrale in modo perpetuo, ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali e vuole contribuire, in proprio o in concorso con altri organismi internazionali, ad assicurare la pace e la giustizia fra le Nazioni. Il Sovrano Stato Antartico di San Giorgio si richiama ai principi dell’Ordine (Collegio) dei Cavalieri di San Giorgio istituito in Roma, con Bolla di Papa Paolo III (Alessandro Farnese 1468-1549), in data 26 agosto 1546, per accrescere la lode a Dio, per difendere gli ammalati ed i bisognosi, senza distinzione di religione, di razza e di età. I fondatori, da lungo tempo andavano maturando il desiderio di poter offrire alla comunità internazionale una organizzazione statale ordinata verso le attività filantropiche, umanitarie ed assistenziali.
Ancora, lo Stato di San Giorgio, per espressa volontà dei costituenti, è stato fondato con le seguenti finalità:
• per affermare la fede ed i diritti fondamentali dell’ uomo nella dignità e nel valore della persona umana, nell’ uguaglianza dei diritti delle donne e degli uomini;
• per determinare le condizioni in cui la giustizia possa trionfare sulle sofferenze di chi ha subito un torto senza colpa;
• per promuovere il progresso sociale ed un più elevato tenore di vita tra gli uomini;
• per insegnare agli uomini di buona volontà a praticare la tolleranza al fine di mantenere la pace tra le Nazioni;
• per promuovere il progresso economico e sociale di tutti gli uomini;
• per contribuire a mantenere la pace;
• per sviluppare relazioni amichevoli fra le Nazioni;
• per aiutare gli Stati a dare soluzioni ai loro problemi di carattere economico, sociale, culturale ed umanitario;
• per orientare le attività in tutti i campi ed in particolare nel campo ospedaliero ed assistenziale;
• per svolgere attività filantropica, umanitaria ed assistenziale in tutti i settori possibili, particolarmente in quello ospedaliero e socio-sanitario, in tutti gli Stati, in virtù di convenzioni internazionali.
Lo Stato, come stabilito dalla sua Costituzione, può compiere tutte le operazioni finanziarie, mobiliari ed immobiliari necessarie ed utili per il conseguimento degli obiettivi da Esso posti all’ interno delle sue Istituzioni.